Sanremo 2012, seconda e terza serata – Chi veste chi

Scritto da: il 17.02.12
Articolo scritto da . Sono Violetta, aka almostviola, aspirante dottoressa in Legge ma con molteplici passioni tutt’altro che giuridiche. Lettrice accanita di Glamour e simili, personal shopper di familiari e amici, violinista (al momento) a riposo, sperimentatrice in cucina, nel tempo libero blogger e fotografa specializzata in macro e assidua frequentatrice di librerie…in tutto faccio particolare attenzione al dettaglio: la presentazione di un dolce, l’accessorio giusto rispetto all’insieme, il particolare da cogliere in una foto. Spesso affetta da shopping compulsivo!!

La seconda serata di Sanremo è una di quei momenti televisivi che verranno annoverati negli anni a venire. Perché?

Perché in pochi dimenticheranno Belen Rodriguez che scende per due volte le scale dell’Ariston con due abiti dallo spacco più che inguinale dell’ormai famosissimo stilista italiano Fausto Puglisi, che di recente ha vestito M.I.A. e Nicki Minaj al Super Bowl. Ha vestito loro, ma evidentemente ha svestito Belen, visto che la show girl ha mostrato molto più che le gambe…Non si tratta però di quello che gli inglesi definiscono upskirt o wardrobe malfunction, quando inavvertitamente sbuca fuori

della lingerie che dovrebbe stare ben coperta. Qui non c’è nessuna lingerie e non è stato fatto inavvertitamente. Farfallina inguinale a parte, gli abiti sono bellissimi, uno in color blocking turchese/azzurro, l’altro in bianco con la fascia ricamata e con borchie ormai segno distintivo di Fausto Puglisi.

Elisabetta Canalis invece ha scelto Roberto Cavalli per questa serata: prima un abito monospalla in paillettes con motivo zebrato,  poi un minidress sempre in paillettes con frange e aria ispirazione deco, anche questo con motivo vagamente animalier. Il minidress è più carino dell’abito monospalla e rompe la solita tradizione dell’abito lungo a Sanremo, ma alla fine sfigura accanto ai lunghi e vaporosi abiti di Belen e di Ivana Mrazova.

Già, Ivana Mrazova, che finalmente fa la sua comparsa ufficiale a Sanremo nonostante i misteri connessi con la sua assenza nella prima serata… Indossa due creazioni Ferragamo, un abito color pesca a balze e ampia scollatura (certo, dopo aver detto di essere più dotate di Belen, cerca di dimostrarlo con i fatti!) e un abito strapless nero con ampio spacco che mostra l’interno bianco. Bella e altissima….e chi se ne frega se ha un sacco di gengive!

Tra le cantanti pochi guizzi positivi: solo Nina Zilli sceglie un tocco di colore con un miniabito Vivienne Westwood con stampa etnica, grandi cerchi come orecchini  e lunga treccia laterale, moodo molto caraibico; Arisa va in lungo e total black Mila Schon, troppo scuro,

troppo lungo; Emma propone un altro look C’n’C Costume National, giacca e shorts bianchi e top nero trasparente insieme a mazi-zeppe bianche;  Dolcenera indossa un abito cortissimo Frankie Morello con scarpe multistrap…peccato che ci siano i calzini, ma forse per lei fanno “rock”; infine Noemi, anche lei in nero e in lungo come Arisa, con un abito Enrico Coveri con una scollatura a cuore e pannello trasparente che purtroppo non valorizza le sue forme e mette il risalto i fianchi.

Per la terza serata Belen e la Canalis sono state ormai archiviate e Ivana Mrazova ha campo libero per sfoggiare le meravigliose creazioni di Alberta Ferretti. Un abito rosso divino con scollo a V e spacco laterale, seguito da un vestito azzurro con corpetto arricchito da ricami e applicazioni. Belli anche i capelli prima lasciati sciolti su un lato in morbide onde e poi raccolti in uno chignon basso e laterale.

Per la serata dei duetti Noemi va di nuovo sul frac, stavolta in tessuto cangiante, sempre Enrico Coveri (i pantaloni sono trooooppo lunghi);  Dolcenera sempre in nero e in Frankie Morello, ma stavolta gioca sul contrasto opaco/lucido di top e gonna (il calzino è di nuovo lì); Emma stavolta accantona gli shorts per scegliere pantaloni da abbinare ad una camicia smanicata trasparente con fascia da “censura” e sandali neri (C’n’C Costume National, al solito); Arisa abbandona il nero per un abitino bianco Mila Schon con ricami lungo un fianco abbinato a sandali multi-strap beige.

E’ la serata dei duetti e i Marlene Kuntz duettano con una leggenda: Patti Smith, coerente col suo stile minimal e androgino indossa cargo boots insieme ad un tuxedo maschile dalle linee ampie e morbide e con tanto di cravatta; anche in questo caso lo stilista è Ennio Capasa di Costume National (che veste anche Rocco Papaleo). L’ospite per la terza serata è Federica Pellegrini, diventata ormai brand ambassador di Armani, dato che indossa sempre creazioni della maison nelle occasioni ufficiali: per lei un abito lungo bianco con corpetto in paillettes, grande fiore bicolore su una spalla e tagli simmetrici sui fianchi; bella anche se non si capisce il perché della sua presenza. Nina Zilli dopo 3 serate è già la vincitrice fashion del Festival; si presenta per duettare con Skye (ex voce dei Morcheeba) e già sulle scale si capisce che i look di entrambe sono stati studiati insieme: i colori dei due abiti Vivienne Westwood e della carnagione delle due cantanti sono complementari e si richiamano reciprocamente (un po’ yin e yang, insomma).

Le immagini secondo me più belle della serata? Emma sorridente…

..e https://www.viagrasansordonnancefr.com/viagra-en-pharmacie/ il dettaglio delle scarpe di Nina Zilli e Skye. Non sono bellissime le Louboutin di Skye?

Se volete vedere più foto delle serate e dei look non proprio degni di nota, c’è sempre la gallery sulla nostra fanpage…dove?  -> Qui!<–

  • Ruben

    ma chi stabilisce che la robe di Arisa è troppo nero e lungo??? se era in assoluto la presenza pìù elegante delle varie serate! tutti qui che capiscono di moda e look…ma fatemi il piacere!!!

  • Anonimo

    Nello specifico l’abito di Arisa mi è sembrato troppo lungo e scuro insieme ad un blazer che era pure nero…la stessa linea lunga e minimal nel vestito tortora della quarta serata invece mi è piaciuta molto. 

    Nessuno stabilisce niente qui, il mio è un parere esattamente al pari del tuo secondo il quale Arisa “era IN ASSOLUTO la presenza più elegante delle varie serate”. Fortunatamente qua hai commentato tu che capisci di ortografia, educazione, modestia e apertura al dialogo, e ti ringrazio per questo contributo costruttivo ed edificante. 
    Ti inviterei comunque a moderare i toni, a sfogare la tua aggressività gratuita altrove e ad usare le maiuscole ad inizio frase e dopo i punti interrogativi. E questo è qualcosa di oggettivo e valido IN ASSOLUTO, credimi!

  • Fiorelleina

    Io sono d’accordo con Almostviola era veramente troppo lungo il suo abito,ma è comunque molto bello io penso che lungo o corto a lei stia bene…..Ma perchè litigare su questo?ognuno ha il suo parere grazie per avemi ascoltatta!

                                                                              Laura Pedrali

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple