Tutti gli articoli su ’09

Addobbi natalizi Thun 2009

Scritto da: il 04.12.09 — 313 Commenti
E' di nuovo tempo di decorazioni natalizie per la casa ed idee regalo...dunque vediamo cosa propone il catalogo Thun per il Natale 2009. La prima novità è il calendario dell'avvento, per scandire il countdown fino al 25 dicembre: in tessuto e con dettagli in ceramica in stile Thun con i classici personaggi natalizi. Il catalogo Thun propone anche numerose decorazioni per l'albero: tradizionali palle natalizie, campanelle, per decorazioni a forma di biscotto, stella o cuore, o ancora campane con varia forma, angeli, e puntali di varie dimensioni. Le decorazioni sono disponibili in rosso, bianco ed azzurro; i prezzi vanno dai 13€ (per la stella, il cuore e gli angeli) ai 26€ (per il  puntale più grande).... Non possono poi mancare i presepi (da quello da comporre con molti personaggi ed elementi a quello in unico pezzo)... ...ma ci sono anche le statuine decorative, quest'anno con Babbo Natale e il Pupazzo di neve... ... portacandele, perfetti anche come centrotavola... ..e, per finire la rassegna, le collezioni in edizione limitata di porcellane per la tavola, con teiere, tazze, mugs e piatti da panettone con decori e colori prettamente natalizi. Potete trovare il catalogo completo con gli altri soggetti, decori e prezzi sul sito Thun.

Sonia Rykiel per H&M: collezioni di lingerie e knitwear

Scritto da: il 28.09.09 — 0 Commenti
Mentre cresce l'attesa per il lancio negli stores della collezione di scarpe e accessori disegnata da Jimmy Choo per H&M, H&M mette a segno una nuova e interessante collaborazione con un grande marchio di moda. Stavolta la guest designer sarà Sonia Rykiel, protagonista di due collezioni, una di lingerie per l'inverno 2009 e una di maglieria per la primavera 2010. Quella con Sonia Rykiel sarà per H&M la prima collaborazione nel campo della lingerie; la collezione sarà lanciata il 5 Dicembre 2009 in 1500 negozi H&M in tutto il mondo e, altra prima volta per H&M, sarà anche disponibile nelle maggiori boutiques delguest designer. La seconda collezione riguarderà invece un elemento iconico per Sonia Rykiel, una marchio di fabbrica, ovvero i pullover a maglia. Si tratterà infatti di una linea di maglieria per donne e bambine, insieme ad una serie di accessori originali, iin conformità con il carattere giocoso e irriverente della maison francese. La linea di kinitwear sarà in vendita in 250 stores a partire dal 20 Febbraio 2010. Così Natalie Rykiel (in foto), figlia della fondatrice della maison di cui è attualmente presidente e direttore artistico, descrive la collaborazione: "Il nostro marchio cerca di rispondere alle esigenze di tutte le donne...e questa collaborazione con H&M corriponde perfettamente alla nostra filosofia. La linea di lingerie potrà essere a disposizione di milioni di donne in tutto il mondo e sarà un modo perfetto per concludere l'anno. La maglieria invece sarà l'ideale per dare il benvenuto ad una nuova e coloratissima stagione". Beh, non ci resta che attendere news e piccole anticipazioni!

Regali, omaggi e gadget esclusivi per i partecipanti al G8 de L’Aquila

Scritto da: il 15.07.09 — 6 Commenti
A pochi giorni dalla conclusione del G8 ripenso a cosa possa essere rimasto in termini di ricordi, tangibili e non, ai Capi di Stato che hanno visitato e vissuto l'Italia, l'Abruzzo e L'Aquila segnata irreversibilmente dal terremoto. Sorvolo sulle emozioni e sulla commozione che di sicuro avranno sfiorato ognuno di loro visitando le macerie della città abruzzese, incrociando gli sguardi e stringendo le mani dei soccorritori, e sull'ondata di soddisfazione e piacere che avranno provato dopo le cene preparate da importanti chef italiani per presentare al meglio la cucina italiana. Passando a ricordi più materiali non si può non affrontare il vastissimo argomento dei gadget del G8, che è stata l'occasione per mettere in vetrina alcuni dei prodotti del Made in Italy. In primis c'è il cosiddetto "President Parka" definito così dallo stesso ideatore, ovvero Silvio Berlusconi, che ne ha curato personalmente la realizzazione. Si tratta di giubbotti esclusivi e numerati creati su misura da Belstaff in tessuto tecnico blu, con bandiera italiana e logo del G8 su un lato e firmati dal Presidente del Consiglio italiano. Una versione simile del giubbotto verrà messa in commercio dopo il summit e una percentuale dei proventi sarà devoluta ai fondi per la ricostruzione, mentre una versione in pelle e nylon è stata preparata anche per le Ladies del summit, il "Parka-chic". Belstaff forse non vi sembra molto Made in Italy? In realtà lo è perché l'azienda inglese è stata rilevata dall'italiana Clothing Company. I Capi di Stato sono stati accolti in camera con un regalo costituito da pigiami e vestaglie in pura seta La Perla della collezione Grigioperla per l'A-I '09. Ogni capo aveva ricamate le cifre del destinatario. Altri omaggi italianissimi sono stati i gemelli Damiani della collezione Blasoni con l'aggiunta dell'incisione "G8 2009";  poi Conte of Florence ha firmato i cappelli fatti a ...

Carla Bruni alla parata del 14 Luglio, II

Scritto da: il 15.07.09 — 4 Commenti
La (un po') nostra Carla Bruni è alla sua seconda commemorazione della presa della Bastiglia. Giornata importante per tutta la Francia e impegativa per la coppia Presidenziale che fa gli onori di casa nella festa esclusiva organizzata nei giardini dell'Eliseo e presenzia immancabilmente alla parata militare che sfila nel cuore di Parigi. Nonostante le mille polemiche italiane, francesi e internazionali sulla sua riservatezza o scontrosità, sulla sua presunta puzza sotto il naso (perché non ha voluto mischiarsi alle altre Ladies del G8 organizzandosi invece un programma tutto suo per visitare L'Aquila), Carla Bruni a me sembra invece sempre appropriata, elegante, mai fuori luogo e molto affascinante, tanto da riuscire a catalizzare su di sè l'attenzione in ogni situazione, anche accanto al marito. Per assistere alla parata Carla ha scelto un abito bianco, di linea semplice, dritta, con maniche corte, cintura in vita che termina in un largo fiocco sul davanti, grandi bottoni e colletto tondo. La scelta del bianco è un vero e proprio trend della First Lady francese in questo periodo, in versione total o black&white. Ricordiamo infatti che ha già indossato un abito bianco con sottile cintura nera in occasione della commemorazione dello sbarco in Normandia e un tailleur pantalone bianco con camicia nera durante la sua visita tra le macerie de L'Aquila.A conferma del buon gusto e del senso dello stile della Premiere Dame,  il bianco o il bianco&nero sono stati molto presenti nelle sfilate delle ultime stagioni di Chanel e Dior, e qualche giorno fa è stata presentata anche una collezione cruise total white da Elie Saab. Per la festa nei giardini dell'Eliseo la ex modella ha indossato un abitino in stile bon ton, a cui  ci ha ormai abituati, in black&white. Si tratta di un abito nero, che segue la sua silhouette, e ha un inserto ...

Glamarathon, le prime immagini

Scritto da: il 05.07.09 — 2 Commenti
Oggi si è svolta a Milano Glamarathon, la corsa sui tacchi a spillo di cui avevamo parlato qualche giorno fa. Il record è stato superato, la partecipazione, come si vede dal video, è stata considerevole e...unisex. Infatti nel regolamento tra i requisiti non si specificava il sesso dei partecipanti, ma soltanto altezza e diametro dei tacchi. Guardate un po' com'è andata [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=ne99BeNwph0[/youtube] Basta uno sguardo puntato per qualche secondo sui piedi dei concorrenti per capire perché ci piacciano tanto le scarpe: un mondo sconfinato di colori, tessuti, materiali, modelli, a diversa altezza, tra cui scegliere in base alle nostre abitudini, al nostro carattere, o anche al nostro umore...insomma "a ciascuno la sua"! Dopo la marcia di tutti gli iscritti, si sono svolte le batterie fino ad arrivare alla finale. Il secondo video riguarda appunto una di queste batterie in cui due ragazzi hanno affrontato la corsa in modo "originale". [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=vGjGaGhzpHE[/youtube] Avevamo già segnalato qualche caso di look androgino e cross dressing con i tacchi anche al maschile...ne vedremo sempre di più?

Buon 4 Luglio tutto a stelle e strisce!

Scritto da: il 04.07.09 — 294 Commenti
L'innegabile influenza della cultura statunitense a livello mondiale e il suo ruolo primario nel fenomeno di globalizzazione portano a festeggiare o quantomeno ricordare in tutto il mondo il 4 Luglio, giorno della Festa di Indipenza Americana, con una pioggia di stelle e strisce. La bandiera americana è infatti ispirazione o oggetto di tributo da parte di designers di abigliamento o accessori, come leit motiv di una collezione o insieme ai simboli della democrazia statunitense. Superga, prendendo ispirazione dalla scarpa tricolore di Chiambretti ha creato la linea Flag, tra cui figura anche quella degli States; sempre parlando di sneakers anche Converse e Reebok hanno ceduto alla stampa "flag", la prima col modello Converse Silver Star Limited, la seconda con le Reebok Stars Pack . Mentre Marc Jacobs sparge stelle bianche e pois su sfondo rosso su un paio di d'Orsay spuntate e con cinturino alla caviglia. Tarina Tarantino, eccentrica disegnatrice di gioielli e accessori dai capelli fucsia, ha creato un'intera linea dedicata alla storia americana, la "Liberty Loves Company Collection" con personaggi come lo Zio Sam, o Lincoln, con la bandiera americana e le stelle su orecchini, shopping bag, bracciali, fiocchi e medaglioni old style. Questo è invece il flag dress di Catherine Malandrino, indossato da Meryl Streep e molte altre celebrities, con cui è difficile passare inosservate! Infine ecco solo un assaggio della collezione P/E '08 Chanel, con mini, abiti, top e pantaloni blu con stelle bianche, e bolerini, giacche o larghe cinture in stoffa a strisce bianche e rosse...la maison francese offre in passerella il proprio tributo agli States.

Michael Jackson e i look del suo ultimo tour “This is it”

Scritto da: il 01.07.09 — 0 Commenti
Michael Jackson ha fatto parlare moltissimo di sè in vita, con stranezze, manie, grandi cambiamenti, grandi successi e scandali, e continua di certo a farlo anche dopo la sua morte. Non parlo delle indagini e delle supposizioni sulle cause della morte, avvenuta comunque in circostanze misteriose, nebulose e tutte da accertare, comeè avvenuto per altre grandi star della musica e dello spettacolo, ma del tour che si accingeva ad inaugurare a metà Luglio partendo da Londra. Era tutto pronto, scaletta, coreografie e costumi. Costumi sempre sopra le righe, appariscenti, ma in perfetta sintonia e in linea col suo stile di sempre...già, perché Michael Jackson le mode le creava, piuttosto che adattarsi a quelle dettate da altri. A proposito parlano i costume designers del guardaroba del tour, Dennis Tompkins e Michael Bush, descrivendo il lavoro fatto elaborando gli abiti di scena per il Re del Pop: - sono state ricostruiti i look-icone per ciascuna delle 26 canzoni che sarebbero state presentate sul palco; ma il cantante aveva voluto qualcosa di più, come nel suo stile, qualcosa che fosse quasi un salto di livello...ecco dunque l'idea di luci a fibre ottiche, cucite nella ricostruzione della storica giacca del video di "Thriller", per un gioco di luci a tempo di musica; - sarebbero tornati i suoi simboli di sempre, cioé i guanti e le calze con strass e cristalli, che attirano e focalizzano l'attenzione; - un tributo al look militare per la performance di "I Just Can't Stop Loving You"; - tutto doveva calzare a pennello, come le cinture con strass, da adattare alla sottile vita di Michael Jackson, ultimamente più magro, ma non a livelli allarmanti; - il nuovo costume per "Billie Jean" aveva applicazioni di Swarovski Cristallized Elements e ben 60 luci, dunque era molto pesante, ma Jacko aveva voluto assicurarsi che la danza non ne risentisse, perché ...

Nude look dalle sfilate P/E ’09

Scritto da: il 18.06.09 — 312 Commenti
Il nude look è stato presentato da un po' tutti gli stilisti in passerella, abbinato a nuances fresche e estive come il bianco e il giallo, o con accessori e dettagli neri che risaltassero. Ma il bello è proprio vedere quante variazioni siano possibili sullo stesso tema, e prendere ispirazione anche per i propri acquisti e per rielaborare quello che abbiamo già nell'armadio. Dunque preparatevi a una lunga carrellata di immagini dalle sfilate delle collezioni P/E '09. Iniziamo da Stella McCartney che, come abbiamo già visto parlando di scarpe e leggings, ha ampiamente usato le tinte neutre. Molte sono anche le proposte di Derek Lam con una sovrapposizione di fasce e ruches ton sur ton... ...e di Giorgio Armani, con abiti eterei, impreziositi da bagliori dorati o leggeri e trasparenti Rodarte gioca con le tonalità e la luminosità dei vari tessuti e materiali utilizzati, con tagli, sovrapposizioni e drappeggi per abiti molto strutturati... ...proprio come Hervè Leger, in cui anche il costume da bagno intero non è che un gioco di fasce avvolgenti effetto bondage. Continuiamo con gli abiti effetto plissè di Miu Miu.. ...il minimalismo di Calvin Klein... e la rivisitazione di Hermes in chiave coloniale con frange hippie. Tessuti lucidi, luminosi, per Alberta Ferretti, Dettagli preziosi e drappeggi per Blumarine mentre da Fendi, la larga cintura Obi-style che contraddistingue la collezione ferma in vita abiti dai tessuti ricercati di tonalità e consistenza diverse ma accostate. Concludiamo con Givenchy, che utilizza sui vestiti lo stesso rosa cipria del cerchietto bon ton con fiocco di cui abbiamo parlato abbinandolo a tocchi di bianco e giallo Foto Style.it

Nude look: beige, cipria, sabbia nella palette di colori per i sandali dell’estate

Scritto da: il 17.06.09 — 300 Commenti
Il cosiddetto "color carne" è tornato in voga per questa stagione per un total look assolutamente neutral. Sono molte le sfumature disponibili, dal cipria al sabbia, dal beige al tortora e che vanno bene su qualsiasi incarnato; il nude look infatti fa risaltare le pelli più scure e dorate, mentre dona eleganza alle pelli più chiare con un effetto ton sur ton. Abbiamo parlato di total look, ma per adesso concentriamoci sulle scarpe. Il grande eploit della stagione sono loro, decollete, sandali e peep toe in queste tonalità neutre, diventate le preferite dalle star sul tappeto rosso. Perché? Presto detto: l'effetto lengthening, perché le nude pumps o un paio di sandali beige appena visibili sulla pelle e con tacco molto alto slanciano la figura senza spezzarla, come avviene con le scarpe o i sandali scuri e con cinturino...l'effetto è quello di prolungare la gamba, come con le punte per le danzatrici classiche. Foto Nessuno dei grandi stilisti si sottrae al trend: Christian Louboutin è il mattatore del trend, con le sue Satin Prive Nude Pumps, indossatissime dalle star nelle grandi occasioni, e che sono quelle nelle foto di Blake Lively e Megan Fox; ci sono anche Manolo Blahnik con un sandalo T-strap e Jimmy Choo, con i Cat Snake Strappy sandals e la versione nude delle famose "Corsica" in verde e nero e ancora Sergio Rossi, con questi platform con cross straps e Calvin Klein con i suoi sandali dal tacco squadrato per la P/E'09. Infine concludiamo la carrellata con 3 modelli proposti da Stella McCartney che ha interpretato profondamente il nude look nella collezione P/E '09 declinandolo in moltissime proposte, come abbiamo visto per i leggings con paillettes, e combinazioni diverse, con tacchi trasparenti, una rete avvolgente tra i listini oppure usando anche il plexiglas trasparente per delle scarpe minimal (le ultime ...

Cross-dressing e look androgino anche per lui

Scritto da: il 09.06.09 — 0 Commenti
Quante volte abbiamo indossato camicie, maglioni o orologi maschili? Adesso invece occhio ai nostri accessori e ai nostri vestiti! Se per le donne va di moda da anni il look androgino,ora sono gli uomini ad accedere al guardaroba femminile attigendone accessori e capi d'abbigliamento. E dicendo questo, chiaramente, escludo il kilt, capo dalla lunga storia ed esente da mode stagionali, spesso indossato anche da Marc Jacobs sulle passerelle e in occasioni mondane. Il primo ad avere affermato questa tendenza è Michael Jackson, visto indossare magliette e giacche delle collezioni femminili di Balmain e Givenchy per l'autunno 2009. In realtà proprio queste collezioni, a detta di molti giornalisti fin dalla loro presentazione, sono sembrate ispirate al Michael Jackson degli anni '80, con magliette e giacche borchiate e con applicazioni di cristalli o stampe. Fonte & Fonte Ma il cross dressing più sconvolgente e insolito riguarda l'accessorio per eccellenza simbolo di femminilità, ovvero i tacchi (certo Berlusconi e i re di Francia, e i Cugini di campagna con il loro tacchetto possono dirsi antesignani del trend, uno per necessità di statura, gli altri per la moda del periodo, gli ultimi per esigenze di scena e stile musicale). Può capitare così che girando per Parigi ci si imbatta in modaioli con i tacchi e con look molto simile a Grace Jones (l'ultimo a destra), come quelli fotografati da Jak & Jil E infine... ...a chi pensate appartengano questi due dettagli? Ve lo dico io, sono di Victor Blanco, stilista spagnolo che ha abbracciato in toto il look femmineo, presentandosi sempre ad eventi e premiere, come quella di Coco avant Chanel in cui sono state scattate queste foto, con tacchi e borsa o clutch. Solitamente l'unisex è privo di connotati propri e peculiari di uno dei due generi, con elementi neutri che quindi lo rendano accessibile a uomini e donne; invece questo ...
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple