Tutti gli articoli su bag

San Valentino 2012 – Le limited editions di Louis Vuitton, Prada e Miu Miu

Scritto da: il 11.02.12 — 2 Commenti
Louis Vuitton e Gucci sono stati i primi luxury brands a creare delle special editions per San Valentino qualche anno fa. Adesso è diventata quasi una consuetudine sempre più diffusa: largo dunque a lucchetti, oggetti cuoriciosi, colori cialis annonce e idee romantiche che http://www.viagragenericoes24.com/nombres-de-viagras ci tantano forse più delle collezioni ordinarie forse proprio per il loro carattere "speciale". Louis Vuitton ha iniziato con l'ormai classico Heart Coin Purse a cui quest'anno si affiancano portamonete e portafoglio Zippy,  Cosmetic pouch,  specchietto e poi i modelli di borse Wilshire, Brea, e Alma. Queste borse viagra sans ordonnance e accessori sono disponibili per San Valentino nella versione Monogram Vernis Rayure: stesso materiale e finish della Monogram Vernis, ma con strisce verticali di colore alternato e presenti in due abbinamenti cromatici,  Amarante e Pomme d'amour. Ai prodotti di pelletteria si affiancano portachiavi, orecchini, ciondoli e bracciali con cuori https://www.acheterviagrafr24.com/prix-du-viagra-en-pharmacie/ e piccoli lucchetti. Prezzi e modelli sull'online store Louis Vuitton. Prada Valentine's collection by almostviola featuring prada clutch Prada si scatena con i suoi soliti orsacchiotti e charms originali: teddy bears in versione lui/lei ricoperti di cristalli e poi ancora cuori ricamati, dipinti, con borchie o stilizzati, orecchini con cuori, case per iPhone e iPad in più colori http://www.viagragenericoes24.com/efectos-secundarios-viagra e con stampa a cuori e per concludere una minibag con tracolla con catena e chiusura a cuore. Miu Miu Valentine's collection by almostviola  Infine Miu Miu propone una ricca collezione di clutch, minibag, http://www.viagragenericoes24.com/viagra-sin-receta-en-farmacias pochette, bijoux e piccola pelletteria tempestati di piccole borchie dorate e cristalli bianchi e rossi. I colori della collezione sono blu, rosso, rosa, bianco e qualche articolo in beige. Cuori e piccoli fiocchi bon ton ma borchiati ovunque, dalla collana al cerchietto (bellissimo!), passando per gli ormai immancabili case per iPhone e iPad. Volete de dettagli sui singoli prodotti? Cliccate sull'immagine e troverete la pagina con relativi prezzi e link. E buon San Valentino!

Bag and the beach – Le borse da mare secondo Coccinelle

Scritto da: il 06.08.11 — 1 Commento
Abbiamo già parlato delle borse mare per questa estate e dei vari trend, ma meritano una menzione a parte le borse Coccinelle.   Coccinelle Beach Bags di almostviola Sì, perché il marchio italiano ha creato un'intera linea di borse per la spiaggia, grandi e capienti oltre che belle, all'interno della collezione disegnata per Coccinelle da Barbara Hulanicki, la grande designer polacca poi trasferitasi a Londra e diventata famosa per il suo stile che attinge e omaggia l'Art Nouveau e l'Art Deco. L'outsider rispetto alla collezione di Hulanicki è la tote bag in cotone e pelle con la scritta "my better side is inside"; la borsa è completamente reversibile, così, proprio come recita lo slogan, è possibile svelare l'interno che ha una stampa floreale molto allegra e diversa dal minimalismo dell'altra "facciata". Tornando alle creazioni di Hulanicki, abbiamo le proposte in cotone cerato (la shopping e la tote in basso nell'immagine) e  la "Jelly Bag" (la mia preferita),una grande borsa in gomma semirigida con manici in pelle. Tutte sono disponibili in tanti colori e recano la stampa o un dettaglio di un fiore in chiave Decò proprio dello stile Hulanicki. Trovate tutto nell'e-shop Coccinelle (ci sono pure gli sconti e non sono affatto male!).

Bag and the beach – Le borse da mare per l’estate 2011

Scritto da: il 04.08.11 — 321 Commenti
Avete preso tutto quello che vi serve per il mare? Ricontrolliamo: costume, pareo, infradito, occhiali da sole, libri o riviste o Kindle, una buona crema solare, un telo da mare e...una grande e capiente borsa da spiaggia che contenga tutto e molto più del possibile ed immaginabile. Ecco, proprio sull'ultimo punto io mi sono bloccata perché avevo dimenticato che mi servisse una nuova borsa da spiaggia quest'anno; così ho dato un'occhiata in giro tra le proposte per questa estate, dallo stile navy alle borse graphic con stampe, passando per quelle in paglia e tessuti naturali o in plastica, per finire con le proposte dei grandi designer. Buona scelta! Beach bag - Straw and plastic di almostviola Straw Le borse in paglia sono un classico dell'estate, in versione rigida con applicazioni e decorazioni o in versione più soft con materiali più morbidi intrecciati. Durano a lungo, sono resistenti e soprattutto ecofriendly! Plastic Colori vivaci e fluo per le borse in plastica, che aggiungono il fattore trasparenza rendendo visibile il loro contenuto...(eviterei di lasciare visibili portafogli e chiavi, però!) Beach bags - Printed and ghaphic di almostviola Printed and graphic Ditelo con una borsa, o con una stampa. Frasi, slogan, marchi o illustrazioni trovano spazio e visibilità sulle grandi borse da mare.   Beach bags - Nautical and stripes by almostviola featuring a leather tote Nautical and stripes Ogni estate segna puntuale il ritorno dello stile marinaro...a maggior ragione quest'anno, con il trionfo di righe in passerella (con Prada) e nelle vetrine, anche in versione low cost. Non solo righe e rosso-bianco-blu, ma anche corda, stampe marine e colori un po' meno "navy", come l'azzurro o il rosa. Beach bag - designer tote di almostviola Designer bag Arriviamo alle borse dei designer, che sembrano quasi un divertissement:  Louis Vuitton propone la stampa di una spiaggia, Marc Jacobs i suoi ormai soliti topolini, Prada sceglie il jeans e D&G ...

Rock chic, le borchie bon ton di Valentino e Louboutin

Scritto da: il 03.08.11 — 1 Commento
Borchie e moda. Un connubio che fa venire subito alla mente marchi e stilisti rock o punk come Balmain e Vivienne Westwood. Stavolta, invece, le borchie conquistano Valentino e Louboutin, che le abbinano a fiocchi e tonalità anche tenui, su borse, scarpe e accessori. Così, ecco clutch, tracolle e scarpe borchiate sulla passarella di Valentino per la P/E11... e borchie intimidatorie, insieme ai fiocchi, sulle creazioni Louboutin: la borsa "Sweet Charity" e i kitten heels "Lucifer Bow" il cui nome racchiude l'incontro tra i due elementi di solito contrastanti.   Valentino ha proposto un'intera gamma di scarpe"chiodate" : modelli bon ton, classici come la ballerina, l'infradito o la ciabattina, con piccole borchie che non ne inficiano affatto l'eleganza. Sempre da Valentino borchie anche sulle borse, con la "Rockstud bag" (a destra) amatissima dalle star di Hollywood.. ...e non possono mancare i piccoli accessori, come la cintura e il cerchietto con fiocco studded e la clutch rigida porta-smartphone.  

La Kelly Picnic bag e le sue versioni tutte da mangiare (non solo) con gli occhi

Scritto da: il 01.08.11 — 300 Commenti
Non c'è bisogno di presentare la Kelly bag di Hermès, di cui ci sono tantissime versioni in materiali e colori diversi e rivisitazioni. Il modello si presta per questa primavera/estate ad una interpretazione più casual e ironica (non nel prezzo purtroppo) in vimini e dettagli in pelle, proprio come un cestino da picnic.   Ecco dunque la Kelly Picnic bag,con la sua immancabile chiusura con lucchetto, che mantiene tutta l'eleganza della Kelly nonostante il materiale più povero e la destinazione d'uso più informale. Me la immagino già, aperta su un telo in lino o cotone naturale (il plaid in tartan è un po' pesante per questo periodo) su un prato verde e assolato, magari con campi di lavanda profumata poco lontano...già che ci siamo esageriamo, no? E qualora non sapeste cosa metterci dentro, vi aiuta Hermès: pane, formaggi, pomodori, carote, lattuga, verdure da insalata e erbe aromatiche, salumi e cetriolini, e un po' di mandarini per concludere il pranzetto. Questa campagna mette in rilievo l'importanza della linea della Kelly, riconoscibilissima per la sua forma trapezoidale lineare, per il largo manicoe la piccola patta frontale con la chiusura col padlock. Il cestino da picnic non è mai stato così chic!  

Ispirazione “Pradesque”

Scritto da: il 21.06.11 — 391 Commenti
La collezione P/E '11 di Prada, dopo i primi commenti scettici e negativi, ha invece spopolato ovunque, dai magazine al redcarpet. Le righe sono state riproposte da tutti i marchi low cost, la stola in pelliccia bicolore è ormai inconfondibile,  le scarpe con suola tricolore sono state oggetto di "emulazione"  e non si contano più le cover e i servizi di moda in cui appaia almeno uno dei capi di questa collezione. La collezione in questione è stata definita "barocca" perché, come spiega la casa di moda stessa "Il Barocco si è evoluto grazie alle sfide che gli artisti hanno avuto tra loro, con la società e anche verso l'ignoto. Il web contiene una simile ridondanza con i suoi spazi infiniti, l'eccesso è la sua stessa natura". Negli "spazi infiniti" del web troviamo conferma di ciò, con opere espressione di questo trend "barocco": elementi della natura, colori forti, stampe vintage per niente minimal e tanta creatività. E' il caso della borsa-foulard di Ibridi, che mi ha conquistata al primo sguardo: elegante, vezzosa, vagamente retro. E' una delle meraviglie venute fuori dall'estro (e dalla macchina da cucire) di Andrea, designer catanese che sforna creazioni in esemplari unici (sì, questo vuol dire che questa borsa ormai sarà andata, ma ne troverete di sicuro molte altre spulciando nella sua gallery, tutte uniche e inimitabili!). L'ispirazione, si sa, può coinvolgere ogni aspetto...ecco dunque approdare le "banane di Prada", che sembravano così assurde e strane in passerella,  sulla manicure ideata da Wah Nails, che promette di tradurre i fashion trends in arte "formato unghia". Giallo è il colore dell'estate, quindi dal monocromo ad una decorazione "fruttata" il passo è breve! L'estate è appena iniziata, e di queste ispirazioni ne vedremo ancora molte!

Picture of the day – Anatomia di una Kelly di Hermès

Scritto da: il 17.06.11 — 0 Commenti
Alzi la mano chi da bambino (e forse anche adesso) non ha mai cercato di capire e scoprire come sono fatti giochi, abiti e aggeggi vari che ci capitano ogni giorno tra le mani... Rispondendo e dando sfogo forse a questa innata e naturale curiosità il fotografo Jeroen van Rooijen ha da poco pubblicato il libro fotografico "Zerlegt" (ovvero scomposto, disassemblato) che mostra come vengono creati e di cosa sono composti abiti e accessori molto famosi. Effettuando quasi un'autopsia l'autore immortala ordinate composizioni di pezzi di stoffa e di materiali vari, con piccoli dettagli come occhielli, ganci e bottoni tutti su un piano. Ordinati, ma senza l'ordine giusto che renderebbe quelle parti un unicum così come lo conosciamo noi. Ritroviamo così le Converse o le Espadrillas, e poi abiti e camicie, ma la scena è, prevedibilmente, rubata dalla Kelly, iconica** borsa della casa francese. (*Ormai mi infastidisce l'abuso del termine "iconico", ma per la Kelly non si può non usarlo!) Il libro è accompagnato da un aggeggio per tagliare le cuciture da abiti e accessori, qualora voleste proseguire l'opera di sezionamento di  van Rooijen con i vostri abiti ed accessori. E in bocca al lupo per il riassemblaggio!     Via | Styleite

Trend P/E- “Il Piccolo Pincipe” secondo Furla, Oysho e Jean-Charles de Castelbajac

Scritto da: il 01.06.11 — 302 Commenti
Il Piccolo Principe, opera di Antoine de Saint-Exupéry, dal '43 ad oggi ha continuato a formare e far sognare intere generazioni, spiegando loro il valore dell'amicizia, dell'amore e affrontando con delicatezza il tema del senso della vita e dei numerosi incontri che avvengono in essa. La magia del libro contagia ed ispira anche stilisti e marchi che così riprendono le illustrazioni acquerellate e naif, opera dello stesso scrittore, e che da sempre accompagnano lo svolgimento della storia pagina dopo pagina. Jean-Charles de Castelbajac presenta in passerella, per la P/E 2011 una linea in stile militare, da aviatore (come Saint-Exupery),  con maglie ampie e bluse con i famosi acquerelli del Piccolo Principe... ..o che riproducono le copertine delle altre opere dell'autore (Terre des hommes e Vol de Nuit). Oysho, dopo aver proposto l'anno scorso un'intera linea di pigiami e magliette sul Piccolo Principe, quest'anno riprende lo stesso soggetto per un orologio che ritrae il Piccolo Principe biondo seduto sul suo pianeta ad ammirare le stelle che ridono. Infine Furla, con il Progetto Furla Talent Hub, dopo Alice nel Paese delle Meraviglie e il Mago di Oz presenta la linea Leitmotiv "Il Piccolo Principe": borse di media grandezza, capienti shopping bag, clutch,  portafogli, foulard e t-shirt...   ...che raccontano tutti gli incontri del Piccolo Principe. La rosa, l'asteroide, il pianeta, la volpe, il baobab si alternano su uno sfondo bianco o beige insieme alle parole più note e significative della storia: "l'essenziale è invisibile agli occhi" e "non si vede bene che con il cuore". Infine, non c'è ispirazione migliore di una bella rilettura di questa storia...

Bag lovin’- Louis Vuitton Monogram Empreinte, nuova linea AI 2010-11

Scritto da: il 11.11.10 — 283 Commenti
Louis Vuitton sforna un'altra nuova e bellissima collezione di borse e accessori di pelletteria: la Louis Vuitton Monogram Empreinte Collection. Innanzitutto la novità sta nel materiale utilizzato, una pelle di vitello morbidissima, accuratamente scelta e su cui viene impresso, quasi inciso, il monogramma della casa e il pattern tipico delle Monogram, ma senza aggiungere colore e stampe. Il risultato è molto elegante e discreto perché il monogramma diventa visibile solo grazie ai giochi di luce e ombra. I colori della linea Empreinte sono 5, tutti molto classici e abbinabili: Orage - un blu intenso, Flamme - un bordeaux scuro, Neige - un bianco crema, Infini - blu navy così scuro da sembrare nero e Ombre - un taupe, ovvero color talpa, tra grigio e marrone. Ecco i modelli della collezione: Lumineuse è una tote bag disponibile in due dimensioni (PM e GM), molto capiente, con diverse tasche interne e una esterna, grandi manici che la rendono una borsa indossabile a mano, a spalla e con la tracolla; Artsy è un modello di hobo-bag, ovvero a saccoccia, ampia, a manico unico, da portare a spalla, con 6 tasche interne e piedini da appoggio esterni alla base; Inspirée, una bowling bag, squadrata, con grandi manici, da portare a spalla; Pétillante è una clutch, una bustina piatta, con chiusura magnetica, diverse tasche interne e tasca portarossetto; e infine Secrete, due modelli di portafoglio, uno in versione Long, l'altro in versione Compact, entrambi per banconote, carte di credito e monete. La collezione è visibile ma non acquistabile sul sito Louis Vuitton. I prezzi sono quasi proibitivi, ma per borse interamente in pelle, e per giunta Louis Vuitton, c'era da aspettarselo: Lumineuse PM - €1.490 Lumineuse GM  €1.850 Artsy MM - €1.600 Inspirée - €1.180 Pétillante - €925 Secrete Long - €575 Secrete Compact - €475

Bag lovin’ – Holdhall di Stradivarius, la borsa che ricorda la mitica Birkin

Scritto da: il 10.11.10 — 2 Commenti
La potete trovare da Stradivarius in diversi colori; nelle linee, dai manici alla chiusura passando per la forma morbida e capiente, ricorda la leggendaria Hermès Birkin, sogno spesso irraggiungibile di molte donne e creata dietro ispirazione di Jane Birkin che non riusciva a trovare nulla nella sua borsa. Considerando che il prezzo di una Birkin, in base ai materiali e al metalli preziosi utilizzati, va dai 5000 ai 20000€, penso proprio che la proposta di Stradivarius oltre a costare infinitamente meno è un buon modo per esercitarsi a portare una vera Birkin (in foto qui sotto)....no? ;)
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple